Glossario

Calorimetria

Insieme delle tecniche sperimentali in grado di evidenziare trasformazioni fisiche o reazioni chimiche di un materiale, attraverso la determinazione della quantità di calore assorbito o ceduto dallo stesso durante un trattamento termico controllato

Canadian Standard Association

È l'ente canadese che classifica i materiali plastici in base agli standard CSA.

Caprolattame

Prodotto intermedio a base di carbonio, ossigeno e azoto. Esso si ottiene partendo da cicloesanone (o toluene), ammoniaca e acido solforico. E' usato nella produzione di fibre sintetiche (poliammidiche) e di polimeri.

Carica

Si intende una sostanza relativamente inerte aggiunta al composto plastico per ridurne il costo o migliorarne le proprietà fisiche, in particolare la durezza, la rigidità e la resistenza all'impatto.

Carico di rottura

È la massima sollecitazione per unità di superficie che un materiale può sopportare quando è soggetto ad una prova di compressione, trazione, flessione o taglio.

Carta Gialla

Certificato rilasciato dai laboratori UL attestante il grado di autoestinguenza di un prodotto

Ciclo di stampaggio

È il tempo richiesto dall'intera sequenza delle operazioni su una pressa ad iniezione per la produzione di un insieme di oggetti stampati.

Coefficiente di dilatazione

Coefficiente che esprime la variazione dimensionale che si verifica in un materiale in corrispondenza di una variazione unitaria di temperatura. Può essere considerata sia la variazione di volume sia quella di lunghezza.

Coefficiente di espansione termica (CTE)

Trattasi della misura dell'allungamento (o dell'accorciamento dopo il raffreddamento) di un materiale in base alla sua lunghezza originale e alla differenza di temperatura cui è esposto.

Colorante

Sostanza che si fissa stabilmente, attraverso un legame chimico o per assorbimento fisico, ad un materiale, conferendogli una colorazione diversa da quella originaria. Si distingue per questo da un pigmento, che è una sostanza colorata semplicemente dispersa nella massa che si vuole colorare.

Compounding

E' l'operazione in cui un polimero viene mescolato con altre sostanze per trarne un materiale con le caratteristiche desiderate. Il compounding può essere fatto in estrusore o in opportuni miscelatori.

Condizionamento

Consiste nel sottoporre un materiale a condizioni ambientali standard e/o a sollecitazioni ripetute prima della prova.

Conducibilità termica

È la misura della capacità di un materiale di condurre il calore in lunghezza o attraverso il suo spessore. Il materiale conduce tanto meglio il calore quanto più il valore del coefficiente è elevato: un materiale con un basso valore di conducibilità termica funziona come un isolante.

Conduttività

Trattasi della capacità di un materiale a mantenere un flusso di elettroni, quindi di trasportare corrente.

Contropressione

Termine usato per indicare la pressione idraulica applicata che serve a gestire la qualità e la quantità di materiale da iniettare. Nello stampaggio, la contropressione aumenta la temperatura della massa fusa e contribuisce a migliorare la miscelazione dei colori e l'omogeneità del materiale.

Copolimeri

Polimeri contenenti nella catena più di un tipo di monomero; ne possono esistere diversi tipi a seconda del processo di ottenimento: a blocchi, ad innesto, random, alternati.